Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

IN EVIDENZA

Le notizie di GO5 Con le donne in evidenza

Normal 0 14 false false false IT ZH-CN AR-SA

Un primo bilancio de ‘Il Filo di Arianna’
è stato il cuore dell’evento  organizzato  il 26 maggio scorso a
Milano, nello spazio dedicato alla poetessa Alda Merini.

Qui, noi dell’associazione Go5
– per mano con le donne –
insieme alle psicologhe dell’Istituto dei
Tumori di Milano, abbiamo raccontato l’importanza del progetto dedicato alle
pazienti con il tumore metastatico al seno.

Claudia Borreani,
responsabile della struttura di psicologia dell’INT che con le dottoresse Luciana
Murru e Sara Alfieri
hanno coordinato il progetto, hanno messo in luce
come la diagnosi di malattia metastatica non debba essere più considerata come
‘l’inizio della fine’, bensì l’inizio di un nuovo percorso di cura che richiede
una riorganizzazione della propria esistenza in funzione di nuove priorità. Per
questo è importante cercare di mantenere una condizione di benessere anche dal
punto di vista psicologico.

Il Filo di Arianna’
–  si concretizza in un ciclo di 8 incontri di gruppo a cadenza settimanale,
sia in presenza sia via web, in cui psicologi, oncologi, terapisti del dolore,
radioterapisti, nutrizionisti ed anche dermatologi ed esperti di make up,
affiancano le donne – è stato studiato per “offrire – spiega 
Luciana Murru – “tutti gli strumenti per gestire lo stress legato
soprattutto alla ricaduta nella malattia,  aiutando ad attivare quei
meccanismi di riparazione che ognuno di noi ha dentro di sè”.

“Il malato oncologico è un
malato difficile, che ha paura di tutto, della malattia, del suo futuro e anche
se e’ guarito ha paura di ricadere”
– ci ha detto Alberto Scanni,
presidente emerito del Collegio Primari Oncologi Ospedalieri e nel consiglio
direttivo di Go5 – “Quindi queste iniziative sono molto importanti; la
medicina, fondamentale sotto ogni aspetto, è  carente  pero’ di
parole e di tempi. E sono proprio queste invece le cose di cui il paziente ha
bisogno”. 

L’evento si è concluso con la lettura da parte di due attrici del
Cetec  ( Centro Europeo Teatro e Carcere) di una toccante riflessione di
un’ amica che ora non c’è più. E’ stato anche un’occasione per parlare di Go5 e
della sua attività che si fonda sull’idea potente di finanziare progetti di
aiuto alle donne malate coinvolgendo altre donne, in particolare le carcerate,
che per motivi diversi anch’esse sono in difficoltà, creando e alimentando così
un vero ‘Filo che unisce le Donne’, proprio come il nome del
nuovo progetto di solidarietà femminile .

L’evento dello scorso 16 giugno “Summer & GO5 Friends” è stato un successo, grazie a tutte e tutti per aver partecipato.
Dalle detenute del carcere femminile di Vigevano a GO5, in ringraziamento per l’opportunità data, riceviamo questo messaggio che con tanto piacere condividiamo con i nostri Amici e Associati. Queste parole di grande sentimento ci rendono orgogliosi per tutto il lavoro svolto insieme.

“Sentiamo la necessità di ringraziarvi, per l’opportunità che ci avete dato.
È un gesto che avvicina, oltrepassa i muri. 

Il mondo esterno, si ricorda di noi, ci chiama e noi rispondiamo con disponibilità, perché abbiamo conosciuto il dolore, la sofferenza ci accompagna ogni giorno.
È stata per noi un’occasione per donare Amore e ricevere fiducia e speranza.
Sinceramente Grazie.”

Patrizia, Anna, Alda

Milano, 6 dicembre 2021


Ringraziamo tutti coloro che si sono ricordati di noi quando hanno predisposto la propria dichiarazione dei redditi. Lo scorso anno abbiamo ricevuto 1.035,25 euro da tutti coloro che ci hanno destinato il loro 5 per mille. Grazie!  

GO5 Per mano con le donne

Un grande riconoscimento è arrivato a GO5:

Fondazione Mediobanca ha premiato il nostro progetto “la Vita sotto il Turbante”.

Il premio ci è stato virtualmente consegnato nell’ambito della manifestazione #StartupItaliaOpenSummit2020 promosso da StartupItalia.

Mediobanca premia ‘turbanti solidarietà’ della Onlus Go5 – Lombardia – ANSA.it

Ringraziamo tutti di cuore!

CSS sostiene Go5 per mano con le donne

Centro Stampa e Servizi – Copisteria del Tribunale sostiene Go5 per mano con le donne, l’associazione di volontariato attiva all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano con lo scopo di sostenere le pazienti in cura e che stanno affrontando un momento delicato della loro vita. La Onlus vuole aiutare le malate a risolvere i problemi pratici e a migliorare il proprio benessere. Per questo è scesa in campo con un progetto di solidarietà femminile, La Vita Sotto il Turbante, per raccogliere fondi e finanziare un programma di supporto psico-educativo, via web, chiamato ‘Il filo di Arianna’, studiato e coordinato dalla Struttura di Psicologia dell’Istituto Nazionale dei Tumori e dedicato alle donne colpite da tumore, in particolare quello metastatico della mammella.

Per ogni ordine CSS acquisterà un gadget di supporto a Go5

Milano, 4 dicembre 2020


Ringraziamo tutti coloro che si sono ricordati di noi quando hanno predisposto la propria dichiarazione dei redditi. Lo scorso anno abbiamo ricevuto 1.752,83 euro da tutti coloro che ci hanno destinato il loro 5 per mille. Grazie!  

GO5 Per mano con le donne

Milano, 8 novembre 2020 

Gentili socie e soci di GO5 per mano con le donne,
sono lieto di informarVi che il Consiglio Direttivo, tenuto conto dei risultati positivi dell’Associazione riportati nel Bilancio 2019 approvato dall’Assemblea lo scorso 1 luglio e in ottemperanza alle finalità statutarie, ha deliberato di erogare un finanziamento di 9.000 euro a favore del Reparto di Psiconcologia dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano per il progetto “Il filo di Arianna”.
Il progetto si propone di creare un percorso psico-educazionale via web dedicato al benessere delle donne con tumore mammario metastatico. Il percorso, di cui la descrizione dettagliata è allegata, si svilupperà attraverso incontri di tipo informativo (con specialisti) intervallati da momenti esperienziali finalizzati allo sviluppo delle risorse psicofisiche gestiti da una psicoterapeuta. Gli specialisti coinvolti saranno 1 oncologo, 1 nutrizionista, 1 psicologo, 1 assistente sociale, 1 volontario,  2 make up artist ed esperti di discipline olistiche. Il percorso si articolerà in 8 incontri della durata di 2 ore ciascuno per un numero massimo di 15 partecipanti. L’avvio della prima sessione è previsto a inizio 2021. Peraltro un supporto alle pazienti in guarigione del tipo di quello previsto dal progetto (informazione/benessere) è stato incluso nel Protocollo Terapeutico per le pazienti affette da tumore al seno di recente approvato dall’Istituto. Ciò fa ritenere che la risposta da parte delle pazienti sarà ampiamente positiva. Se così sarà l’intenzione è di offrire il percorso anche gruppi di donne affette da altre patologie neoplastiche.
Questo risultato non sarebbe stato possibile senza il sostegno vostro e di tanti altri generosi donatori che hanno creduto nell’Associazione e nel nostro altro nostro progetto “La Vita sotto il Turbante-Progetto Cristina” in collaborazione con la Sartoria San VIttore.
Riguardo quest’ultimo progetto mi permetto di ricordarVi che noi siamo costantemente alla ricerca di donazioni di stoffe morbide con cui confezionarli e di luoghi in cui chi li desidera possa trovarli, oltre che, naturalmente, nel negozio del Consorzio VialedeiMille a Milano. Ogni aiuto in questo senso è prezioso.
In ultimo Vi informo che abbiamo recentemente rinnovato il nostro sito internet dove potete trovare aggiornamenti sulle nostre attività e eventi 
Vi ringrazio nuovamente del supporto e vi auguro di vivere questo difficile e incerto periodo nel migliore dei modi.


Il Presidente Avv. Francesco Borasi



Per qualsiasi informazione o suggerimento scrivete un’email a
go5.permanoconledonne@gmail.com

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: